Master Mida

Il Master Interuniversitario di secondo livello in “Diritto Amministrativo” – MIDA, istituito nell’a.a. 2014-2015 in convenzione tra l’Università “Sapienza” di Roma, l’Università di Roma Tor Vergata, l’Università di Roma Tre, la LUISS Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli e la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, nasce dalla fusione tra il Master in Organizzazione e funzionamento della pubblica amministrazione (OFPA), attivato dall’a.a. 2002-2003 nell’Università di Roma “Sapienza”, e il Master di Diritto amministrativo e scienze dell’amministrazione (DASA), attivato dall’a.a. 2006-2007 nell’Università di Roma Tre.

Il Master, grazie alla collaborazione dei quattro principali atenei di Roma e alla Scuola nazionale dell’Amministrazione e al coinvolgimento di docenti universitari ed esperti di fama internazionale, rappresenta un luogo di eccellenza per l’insegnamento post-universitario e la formazione professionale. In particolare, il Master mira a consentire ai neolaureati di acquisire le conoscenze giuridico-amministrative per il superamento dei concorsi nelle pubbliche amministrazioni; offre la possibilità ai liberi professionisti di approfondire le loro conoscenze sui principali temi del diritto amministrativo e delle scienze dell’amministrazione; di fornire a dirigenti e funzionari delle pubbliche amministrazioni centrali e locali percorsi di formazione, di aggiornamento e di riqualificazione professionale, utili per la progressione in carriera.

Possono accedere al Master coloro che sono in possesso di un titolo universitario appartenente a tutte le classi di laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento); di una laurea conseguita in base al sistema previgente alla riforma universitaria del D.M. 509/99 (vecchio ordinamento), senza alcun vincolo di facoltà di provenienza; di titoli accademici rilasciati da Università straniere, preventivamente riconosciuti equipollenti dal Consiglio didattico scientifico del Master al solo fine dell’ammissione al corso e/o nell'ambito di accordi inter-universitari di cooperazione e mobilità.

Il costo della quota d’iscrizione è di € 4.132,00.

L’ammissione avviene a seguito della valutazione dei titoli e di un colloquio. La prova orale verificherà le conoscenze di base in materia di diritto costituzionale e amministrazione e le motivazioni dei candidati.

Il percorso formativo ha durata annuale (12 mesi circa), corrisponde a 60 crediti formativi universitari (CFU) ed è articolato in moduli didattici suddivisi in lezioni frontali su temi generali e puntuali per ciascuno dei moduli, in lezioni aventi a oggetto la trattazione di materiale giurisprudenziale, ovvero nella redazione dei principali atti amministrativi, o ancora nella organizzazione dell’iter dei principali procedimenti amministrativi, nonché in conferenze e seminari di approfondimento. Il Master è svolto in lingua italiana.

A conclusione di ciascuno o più moduli, in base alle esigenze didattiche, si svolgono verifiche intermedie mediante prove scritte e/o orali per valutare il grado di apprendimento raggiunto dallo studente rispetto a ciascun modulo.

Le lezioni si tengono, di norma, nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Roma Tre, in Viale Ostiense n. 161, il venerdì pomeriggio e il sabato mattina.

La prova finale per il conseguimento del Diploma di Master consiste nella discussione di una tesina su un argomento tra quelli oggetto del programma del Master.

Il Diploma è rilasciato congiuntamente dalle Università di Roma “Sapienza”, Roma Tor Vergata, Roma Tre e LUISS Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli.